Cavese-Reggina, come uno spareggio: scontro diretto per i playoff

La gara d'andata al Granillo
La gara d'andata al Granillo

Quasi una finale: la gara tra Cavese e Reggina sarà una sfida delicatissima in ottica playoff, con le due squadre che rincorrono la qualificazione alla post season.

Entrambe a quota 40 punti, a tre di distanza dalla top 10 ma con un ritardo di due punti anche su Vibonese e Sicula Leonzio. (QUI la classifica)

A quattro turni dal termine, la partita di domenica potrebbe rivelarsi importantissima, anche se non decisiva. Infatti, la Cavese dovrà poi recuperare anche la gara con la Viterbese mentre la Reggina dovrà ancora usufruire del "bonus Matera", per cui potrà già contare su ulteriori tre punti in classifica.

Tuttavia, entrambe le squadre arrivano da un momento di difficoltà e una sconfitta nello scontro diretto potrebbe mettere fine, sul piano mentale, alle speranze di acciuffare il treno playoff.

Passando al campo, si vedrà una gara completamente diversa rispetto a quella disputata al Granillo. Nelle due formazioni sono cambiati diversi interpreti ed entrambi gli allenatori dovranno fare i conti con numerose assenze.

Modica spera di poter rilanciare dal primo minuto i rientranti Rosafio e Pugliese. Dubbi in difesa con Lia out e Palomeque acciaccato; si rinnova il ballottaggio Manetta-Silvestri. Per gli amaranto novità in vista con il ritorno in panchina di Cevoli: emergenza in attacco con Doumbia k.o e lo stop di Baclet, dunque l'unica opzione potrebbe essere l'ex Martiniello.

A dirigere la partita sarà il signor Arace di Lugo di Romagna, coadiuvato dagli assistenti Politi e Pintaudi.

Daniele Luciano

Leggi altre notizie:CAVESE REGGINA